Libertà di movimento e cittadinanza

L’art. 18 riguarda la libertà di movimento e il diritto ad avere una cittadinanza. L’articolo è diviso in due commi: Il 1° comma fa riferimento esplicitamente sia alla libertà di movimento sia al diritto di avere una cittadinanza. Al 2° comma troviamo un’attenzione particolare ai bambini con disabilità.

Procedendo con ordine, vediamo che al 1° comma vengono enucleati una serie di diritti. Innanzitutto, c’è la libertà di movimento, quindi ancora una volta viene ribadito il fatto che la condizione particolare in cui si trova una persona con disabilità non deve limitare lo svolgersi della vita indipendente, non deve limitarne le scelte anche quando queste riguardano il proprio spostamento.

Più in particolare vediamo che dalla libertà di movimento discende il diritto di eseguire alcune scelte, come può essere ad esempio il diritto di scegliere la residenza, non deve essere limitata tale scelta dalla condizione di disabilità che la persona vive. La scelta di avere una determinata cittadinanza, e poi vengono, sul finire dell’articolo, esplicitati due diritti molto importanti: da una parte il cosiddetto “diritto di emigrazione”, ossia il diritto di lasciare il proprio Paese, di spostarsi da un Paese all’altro secondo le norme che regolano gli spostamenti di qualsiasi consociato e quindi la possibilità di lasciare il Paese nel quale ci si trova, anche nel caso in cui questo sia proprio il Paese di cittadinanza della persona con disabilità e correlato a questo, naturalmente, c’è il diritto di poter tornare nel proprio Paese. Questi due diritti, quindi il diritto ad uscire ed il diritto a rientrare, non devono, secondo il dettame della Convenzione, essere in nessun modo limitati dagli Stati facendo leva sulla disabilità.

Quindi, ancora una volta, notiamo come il principio di non discriminazione basato sulla disabilità è sempre rispettato in qualsiasi tipo di dispiegarsi della vita della persona. Vediamo quindi che la disabilità stessa non deve impedire alla persona di poter spostarsi uscendo fuori, e né tantomeno le può impedire di rientrare tornando nel proprio Paese d’origine.

Per quanto riguarda il 2° comma, questo riguarda i bambini con disabilità ai quali, dal momento della nascita, non viene indicata nessun’altra condizione, e questo inciso ci fa pensare all’art. 1 del nostro Codice Civile, che condizione l’acquisizione di diritti e posizioni giuridiche soggettive al solo venire al mondo. Non c’è nessun altro tipo di condizione personale che possa impedire la possibilità di assumere dei diritti.

Per quanto riguarda il 2° comma dell’art. 18 che stiamo commentando, vengono innanzitutto il diritto al nome e il diritto alla cittadinanza. Un’annotazione viene fatta in riferimento ai genitori, facendo riferimento al fatto che i bambini con disabilità, come gli altri, hanno, per quanto possibile, il diritto di conoscere i propri genitori e di essere da loro accuditi. Potrebbe risultare complicato comprendere il perchè di questa disposizione, ma si può pensare anche alle situazioni sociali, molto differenti da quelle del nostro Paese, che necessitano la garanzia di un diritto quale quello che abbiamo appena menzionato.

Quindi abbiamo, ricapitolando, nel 1° comma un diritto al movimento, alla libertà di movimento dalla quale discende il diritto a scegliere il posto nel quale vivere fondamentalmente, il diritto di poter uscire fuori dal proprio Paese, il diritto di potervi rientrare, senza che la disabilità che la persona vive sia in nessun modo escludente. Nel 2° comma abbiamo un’attenzione particolare ai bambini con disabilità, con l’affermazione della nascita come unico spartiacque per l’acquisizione di diritti e vengono enucleati alcuni diritti fondamentali che fanno riferimento alla persona e che sono il diritto al nome, il diritto alla cittadinanza e il diritto ad avere una crescita accompagnata da una figura genitoriale, affettiva, di riferimento.

Per sostenere le attività e i progetti di Accesso Totale, ti ricordo che puoi acquistare uno dei nostri gadget qui, con le illustrazioni del vignettista Gioma.

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: