I 5 pilastri di Patrizia Saccà

Il raggiungimento di un completo benessere psicofisico è indubbiamente un obiettivo primario per tutti noi… Ma in particolare lo è per tutte quelle persone che, per un motivo o per un altro, vivono una situazione di disabilità.

Accesso Totale ha avuto il piacere di raggiungere, seppur solo telefonicamente, Patrizia Saccà, atleta paralimpica, allenatrice di tennistavolo, plurimedagliata, anche alle paralimpiadi di Barcellona nel 1992 e istruttrice di yoga.

Patrizia è stata l’ideatrice del saluto al sole per persone con disabilità, e non solo.

Ma documentiamoci un pò su questa disciplina antichissima, molto particolare e sicuramente affascinante: i 12 asana (posizioni) del Surya Namaskar (saluto al sole) possono essere eseguite da chiunque, anche seduti su una normale sedia: in questo modo la pratica dello yoga diventa momento di relax per una pausa in ufficio, oppure tecnica di rilassamento da svolgere direttamente a casa, accostando dinamismo fisico e lavoro di consapevolezza di sé, meditazione.

I 5 pilastri. Patrizia ci racconta che, per lei, cinque sono gli elementi essenziali per vivere una vita piena, in armonia con il proprio benessere e con il corpo che abitiamo:

  • l’amore: di un partner, ma anche l’amore delle persone che ci sono vicine, dei genitori, degli amici. L’amore per la natura, per gli animali, per gli altri esseri. L’amore è come l’oceano infinito: più ne diamo, più ne torna…;
  • lo yoga: inteso come meditazione, ascolto di sé, delle nostre emozioni e del nostro “io” più profondo, per raggiungere al meglio il nostro equilibrio. Carburante per la nostra anima. E Yoga a Raggi Liberi rompe proprio il pregiudizio sullo yoga non accessibile, riconducendo all’essenza stessa di questa antica disciplina, che non è certo ginnastica. Yoga e meditazione sono davvero per tutti;
  • lo sport: l’attività fisica, ovviamente, rigenera e tonifica il corpo e rinvigorisce la mente e lo spirito. E’ il carburante della nostra “macchina”, il corpo;
  • il viaggiare: la conoscenza di posti nuovi e soprattutto di nuove culture e tradizioni diverse dalla nostra cancella i preconcetti e di conseguenza apre la mente. Viaggiare è cultura, è mettersi alla prova, ancor di più se si è sulla sedia a rotelle. “Divento terra, aria, acqua e fuoco quando viaggio, non potendo camminare osservo e sono elemento, divento i 4 elementi…” racconta Patrizia ad Accesso Totale “Mi adatto e sperimento da anni. Ora è più semplice, ci sono molte possibilità di luoghi e strutture accessibili, anche se c’è ancora molto da cambiare e migliorare.”;
  • l’alimentazione: anche mangiare nel modo giusto contribuisce al nostro benessere psicofisico: l’alimentazione è la base della nostra vita, noi siamo ciò che mangiamo: se mangiamo veleni non potremmo avere buon sangue. E’ di fondamentale importanza rispettare il nostro tempio-corpo.

                                        Dove non arriva il corpo arriva la mente,                                           dove non arriva la mente, arriva lo spirito

Messaggio paralimpico

Per sostenere le attività e i progetti di Accesso Totale, ti ricordo che puoi acquistare uno dei nostri gadget qui, con le illustrazioni del vignettista Gioma.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: