Adeguati livelli di vita e protezione sociale

Oggi ci troviamo ad osservare l’Art. 28 della Convenzione ONU dei diritti delle persone con disabilità. L’Art. 28 ci parla di “Adeguati livelli di vita e protezione sociale”. Nella Rubrica è veramente riassunto, in modo molto sintetico, come avviene con le rubriche delle disposizioni normative, la finalità della disposizione stessa. È necessario che la persona con disabilità non subisca, a causa della sua disabilità, una regressione del livello di vita.

Per livello di vita, anche coerentemente con gli studi della comunità scientifica, si parla di qualità di vita e vediamo che al primo Comma si fa riferimento proprio alla vita propria della persona con disabilità, della propria famiglia, includendo in un tale livello di vita anche le condizioni di alimentazione, di vestiario e di alloggio.

Fondamentalmente nel garantire un adeguato livello di vita alle persone con disabilità, la Convenzione ONU e gli stati parte che appunto hanno aderito e ratificato non fanno altro che affermare il diritto della persona con disabilità di vedersi garantito un livello di vita che possa essere tale da garantire a sua volta una qualità e quindi l’espressione dei diritti che abbiamo sin qui enumerato.

Per quanto riguarda la Protezione Sociale si fa riferimento, sicuramente, alla protezione della persona con disabilità, dalla stessa povertà al diritto della persona con disabilità anche ad accedere ai benefici per il pensionamento, all’assistenza finanziaria, qualsiasi tipo di sostegno.

Di tale importanza, anche in riferimento al periodo che stiamo vivendo, all’Art. 28 Comma 2 lettera C, che fa riferimento all’assicurazione per le persone con disabilità e per le famiglie che vivono in situazioni di povertà l’accesso all’aiuto pubblico per coprire le spese collegate alla povertà stessa, alla malattia, includendo ovviamente anche il sostegno psicologico e le terapie respiratorie.

Qui, diciamo, le terapie respiratorie vengono menzionate, perché molto spesso la disabilità si accompagna, a seconda della disabilità di cui parliamo, alla deficienza respiratoria, ma vediamo come risuona in questo tempo questa lettera C. Anche il sostegno psicologico delle persone con disabilità, come di tutte le persone, si è reso necessario in questo tempo di crisi.

Quindi, possiamo dire come questo in realtà è rassicurato dall’Art. 28 della Convenzione dei diritti delle persone con disabilità.

Come abbiamo già visto, nelle varie puntate anche di Accesso Totale, il legislatore italiano è stato a dir poco assente per quanto riguarda le tutele da prevedere nei confronti delle persone con disabilità in quanto fosse importante ratificare ciascuno in base alle proprie quali tale competenza obbligata dalla Convenzione stessa a occuparsi ed a tutelare anche il sostegno psicologico ed il sostegno inteso alle persone con disabilità

È di fondamentale importanza anche la lettera B dove si fa riferimento alle donne, con particolare importanza alle donne, alle ragazze e alle persone anziane, che impone agli Stati di elaborare i programmi di protezione sociale. Non impediscono, anche alla persona con disabilità, che si trovino in situazioni di povertà, di godere de diritti

Come al solito, prendiamo il principio di eguaglianza ed il divieto di discriminazione nei primi passì dell’Art. Lo vediamo a chiusura del Comma 1 dove si fa riferimento, appunto, alla necessità di affrontare misure appropriate tra partner gli Stati, per evitare che ci sia discriminazione fondata sulla disabilità.

Diciamo che collocare l’Art. sulla qualità di vita, sull’adeguato livello di vita, successivamente all’articolo sul lavoro ha sicuramente un significato molto rilevante, in quanto è come se io stessa con convinzione ammettessi agli Stati parte con la notifica ammettessero che adeguare l’accesso alle opportunità lavorative. Donano dignità alla persona e alla persona con disabilità, ed è per questo che il lavoro stesso, come tutti gli altri diritti che abbiamo osservato siano la via di più privilegiata per raggiungere questi adeguati livelli di vita e per essere, appunto, soggetto di questa protezione sociale.

Per sostenere le attività e i progetti di Accesso Totale, ti ricordo che puoi acquistare uno dei nostri gadget qui, con le illustrazioni del vignettista Gioma.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: